CERTIFICAZIONE DI QUALITÀ IN ACCORDO ALLA NORMA UNI EN ISO 9001:2008

Da sempre CARTOVENETA APCI Srl punta ad acquisire la preferenza dei propri Clienti e a mantenere ed ampliare la propria posizione nei mercati di riferimento. La qualità dei nostri prodotti, la professionalità del personale, l’efficienza dei processi rappresentano gli elementi chiave per il raggiungimento di questi obiettivi.

In relazione a tale missione aziendale, ancora con la ragione sociale CARTOVENETA Srl, nell’ormai lontano giugno 1998 abbiamo intrapreso un percorso che ci ha portato a conseguire la prima certificazione di qualità in accordo alla norma UNI EN ISO 9002:1994. Negli anni abbiamo seguito gli sviluppi della normativa, adeguandoci prima alla UNI EN ISO 9002:2000 e poi alla UNI EN ISO 9001:2008, mettendo sempre a disposizione le necessarie risorse in termini di personale e di mezzi.

A far data dal 31 ottobre 2012 CARTOVENETA Srl è stata incorporata in Scatolificio APCI Srl, che ha al contempo modificato la propria ragione sociale in CARTOVENETA APCI Srl.

Con questo nuovo assetto ci vogliamo oggi impegnare al fine di:

  • Individuare e soddisfare le esigenze dei Clienti per migliorare la qualità dei servizi ad essi forniti;
  • Assicurare il rispetto di tutte le normative vigenti e future applicabili al nostro settore di attività;
  • Avviare programmi che consentano di migliorare nel tempo le performance aziendali legate alla qualità dei processi e dei prodotti.

Il Sistema di Gestione per la Qualità, prevede la definizione degli Obiettivi per quel che concerne la qualità dei processi e del prodotto a tutti i livelli dell’organizzazione, la misurazione e il monitoraggio del raggiungimento degli stessi mediante un sistema di indicatori, l’analisi dei risultati, e la definizione delle opportune azioni di standardizzazione o miglioramento.

L’intero Sistema di Gestione per la Qualità è definito nel Manuale della Qualità aziendale. L’organigramma specifica i vari livelli e il flusso dell’organizzazione. Le Procedure e le Istruzioni Operative, infine, definiscono le attività per ogni processo intrapreso.

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ PER CARTONE A CONTATTO CON ALIMENTI

(redatta in conformità all’articolo 16 del Regolamento CE n° 1935/2004 del Parlamento Europeo e del Consiglio)

Con la presente si dichiara che i seguenti prodotti

-KBSV 222 E     KBSKB 222 E       KBSV 221 E       KSK 222 E

Sono conformi alla seguente legislazione comunitaria:

-Regolamento 1935/2004/CE e successivi aggiornamenti e modifiche

-Regolamento 2023/2006/CE e successivi aggiornamenti e modifiche

Ed alla seguente legislazione Italiana:

-DPR 777/82 e successivi aggiornamenti e modifiche

-DM 21/03/1973 e successivi aggiornamenti e modifiche.

Sono inoltre conformi alla Raccomandazione XXXVI del BfR (Istituto Federale Tedesco per la Valutazione del Rischio)

I suddetti prodotti sono utilizzabili per il contatti diretto con alimenti secchi e grassi, nonché alimenti con tegumento, tutti gli alimenti per i quali sono previste prove di migrazione.

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ AI REQUISITI AMBIENTALI PER IMBALLAGGI

I suspecificati prodotti sono altresì conformi alla seguente Regolamentazione:

-Decreto Legislativo 3.4.2006, n°152 e successivi aggiornamenti e modificazioni in recepimento della

-Direttiva Europea 94/62/CE sugli imballaggi e i rifiuti di imballaggio;

Questa dichiarazione ha validità due anni a partire dalla data sopra riportata e sarà sostituita se e quando interverranno cambiamenti sostanziali nella produzione dei prodotti in grado di mutare alcuni requisiti essenziali ai fini della conformità o quando i riferimenti legislativi saranno modificati e aggiornati in modo da richiedere una nuova verifica ai fini della conformità.

IL SIMBOLO DELL’ALIMENTARIETA’

 

Il cartone utilizzato per la produzione delle scatole rientra nei parametri stabiliti dal D.M. del 21 marzo 1973; inoltre il materiale è abilitato a contenere tutti gli alimenti elencati nel D.M. del 26 aprile 1993 n° 220; per questi motivi il cartone riporta il simbolo dell’alimentarietà, come definito dal D.M. del 25 giugno 1981.